Le eccellenze del Civile: disponibile la Artro RM
7 giugno 2016

Oltre alla normale risonanza magnetica, con o senza contrasto, l'Ospedale Civile di Volta Mantovana si conferma eccellenza della sanità convenzionata con il SSN proponendo, unica struttura sul territorio mantovano insieme al San Pellegrino di Castiglione d/S, l'artro-risonanza magnetica (artro-RM). Si tratta di un esame diagnostico che consente, utilizzando un mezzo di contrasto paramagnetico iniettato in sede intra-articolare sotto guida radiologica, di evidenziare lesioni che interessano parti molli, tendini, muscoli, strutture scheletriche, perfezionando la diagnosi.

“E’ di estremo aiuto prima di un intervento in artroscopia – spiega il dottor Roberto Caudana (nella foto a fianco), uno dei pochi specialisti in Italia in grado di effettuare questa metodica – deve essere prescritta da un radiologo o un ortopedico, e si applica principalmente in casi in cui spesso eseguire una diagnosi clinica risulta difficile, con il percorso diagnostico radiografico tradizionale”.

Ecco alcune delle indicazioni più frequenti:

  • Spalla: per chiarire possibili dubbi in caso di rottura della cuffia e per definire la lesione. Si utilizza anche nei casi di instabilità di spalla (ad esempio lussazioni spontanee) per meglio indentificare la natura del problema.
  • Ginocchio: nelle lesioni osteocondrali che necessitano di una diagnosi più accurata prima del trattamento chirurgico.
  • Anca: laddove sussistano condizioni di conflitto femoro acetabolare (impingement). Per conflitto femoro acetabolare si intende un contatto anomalo a tra le due componenti articolari dovuta ad una alterazione anatomica delle stesse. In un’anca normale la testa del femore è sferica e aderisce in modo uniforme nell’acetabolo.
  • Polso: nelle patologie che interessano il polso, l’artro RM è utile per definire le lesioni della fibrocartilagine triangolare, oppure nei casi di instabilità.
  • Caviglia: per meglio specificare lesioni traumatiche o osteocondrali. 

Il dott. Caudana è stato primario dell’Unità Operativa di Diagnostica dell’AO Carlo Poma fino al 2010. Da qualche anno ha iniziato a collaborare con le strutture di Volta, Castiglione e Green Park di Mantova. Dal 1984 è membro del SIRM (Società Italiana di Radiologia Medica), di cui è stato eletto presidente nel 2007. E’ anche membro della Radiological Society of North America.